HOMEPAGE


« Torna

I martedì del Leone XIII

08 novembre 2016 21.00

2016.10_Banner Leone XIII.PNG 

Uomini di servizio

I saperi necessari al futuro,
in ottica Ignaziana

"Il XXI secolo dovrà abbandonare la visione unilaterale che definisce l'essere umano a partire dalla razionalità (homo sapiens), dalla tecnica (homo faber), dalle attività utilitaristiche (homo oeconomicus), dagli obblighi della vita (homo prosaicus).
L'essere umano è complesso e porta con sé in modo bipolarizzato i caratteri antagonisti: sapiens e demens (razionale e delirante), faber e ludens (lavoratore e giocatore); empiricus e imaginarius (empirico ed immaginario); oeconomicus e consumans (economo e dilapidatore); prosaicus e poeticus (prosaico e poetico).
L'uomo della razionalità è anche l'uomo dell'affettività, del mito e del delirio (demens). L'uomo del lavoro è anche l'uomo del gioco (ludens). L'uomo empirito è anche l'uomo immaginario (imaginarius). L'uomo dell'economia è anche quello del consumo (consumans).
L'uomo prosaico è anche quello della poesia, ossia dell'entusiasmo, della partecipazione, dell'amore, dell'estasi"

E. Morin, I sette saperi necessari all'educazione del futuro, Milano, 2001

 

Martedì 8 novembre 2016 - ore 21.00

Homo sapiens et homo demens: la politica alla prova

Francesco Occhetta SJ, Collegio degli Scrittori di Civiltà Cattolica

Anche nell'epoca della razionalità tecnocratica, fare politica o riflettere su di essa richiede di avere a che fare con emozioni e passioni: che cosa significa in uno scenario post-ideologico, dove almeno potenzialmente sembra esserci un maggiore spazio per l'autonomia, ma anche un maggior rischio di dispersione?

 

Martedì 7 febbraio 2017 - ore 21.00

Homo oeconomicus et homo consumans: l'economia alla prova

Giacomo Costa SJ, Direttore di Aggiornamento Sociali e Elisabetta Moroni, Heritage House

 

Martedì 7 marzo 2017 - ore 21.00

Homo faber et homo ludens: il lavoro alla prova

Salvatore Carrubba, già Direttore de IlSole24Ore

 

Martedì 11 aprile 2017 - ore 21.00

Homo prosaicus et poeticus: i luoghi dell'umano alla prova

Gaia De Vecchi, docente presso l'Istituto Leone XIII di Milano e presso l'ISSR di Milano